BSB – Primo round a Donington Park, i risultati dei road racers. Fantastico Dan Kneen

Il weekend di Pasqua ha segnato l’apertura della stagione 2018 del British Superbike Championship con il “disastrato” round di Donington Park. 

Foto: Official BSB

Come di consueto, le prime tappe annuali del BSB vengono letteralmente prese d’assalto dai road racers sia come test in vista delle prime corse su strada, sia come possibilità di collezionare i risultati utili per l’ACU Licence (per partecipare al Tourist Trophy, infatti, ogni pilota deve produrre ogni anno 6 risultati a traguardo nei 13 mesi precedenti il TT).

Le condizioni meteo sul circuito dell’East Midlands, purtroppo, sono state tutt’altro che favorevoli, dando vita ad un inizio di stagione rocambolesco con moltissime cadute. Nella classe Superbike è arrivata a sorpresa la doppietta del ventenne Bradley Ray (Suzuki Bennetts Hawk Racing), in gara 1 domenica 1 aprile davanti agli esperti Shakey Byrne (Ducati PBM BeWiser) e James Ellison (Anvil Hire TAG Yamaha), in gara 2 lunedì 2 aprile davanti a Leon Haslam (Kawasaki JG Speedfit) e Dan Linfoot (Honda Racing).

Condizioni decisamente difficili per i tanti piloti incappati in una caduta a Donington (in foto Davo Johnson. By Pirelli Moto)

Ma andiamo ora a dare un’occhiata ai risultati dei “nostri road racers”. Tra le Superbike troviamo un incredibile Glenn Irwin (Ducati PBM BeWiser) al 6° e 7° posto, dopo una brutta caduta in prova e una visita in ospedale salvo poi essere dichiarato “fit” per le gare; tra gli altri habitué del BSB che si cimentano anche con le road races troviamo Peter Hickman (Smiths BMW), che centra un 8° posto in gara 1 mentre abbandona gara 2 per una caduta all’ultimo giro. L’australiano di McAms Yamaha Josh Brookes si piazza invece in 12^ e 11^ posizione; va peggio a Martin Jessopp (BMW Riders) che colleziona solo un 23° posto in gara 1 per problemi di grip. Ma veniamo ora alle wild-card “road racing”: l’inglese del Team Silicone Engineering Kawasaki, Dean Harrison, regolarmente iscritto all’intero campionato e quindi non tecnicamente una wild-card, centra un 21° posto in gara 1 mentre è fuori dai giochi al terzo giro in gara 2. Altalenante esordio sulla bella BMW Gulf (Team Milwaukee di Shaun Muir) per l’australiano David Johnson: dopo ottime prime prove, “Davo” scivola alla curva Craner strappandosi i tendini della cuffia della spalla destra, ma partecipando comunque ad entrambe le gare e piazzandosi rispettivamente 22° e 18°. Nessuna caduta invece per il manxman Conor Cummins al suo primo “test” stagionale con Honda Padgett’s (il team non aveva il budget necessario per partecipare ai test spagnoli come tutti gli altri): “Conrod” centra un 25° e 20° posto. Va peggio a William Dunlop sulla Yamaha Temple-Golf (ex Team Mar-Train), con un 27° (ultimo) in gara 1 e rinunciando a correre in gara 2 per le avverse condizioni meteo.

Tra le Superstock 1000, con le due gare (la prima divisa in due parti) vinte rispettivamente da Billy McConnel (Suzuki Buildbase) e Andy Reid (Aprilia EHA), troviamo il manxman Dan Kneen come miglior wild-card assoluta: il pilota Tyco BMW by TAS dimostra subito un gran feeling con la S1000RR di Moneymore anche in pista, piazzandosi 4° a 2 decimi dal podio in gara 1 e 10° in gara 2. Kneen si mette alle spalle persino i due veterani regolarmente iscritti al BSB, Alastair Seeley (Kawasaki Stauff Quick, 5° e 13°) e Michael Rutter (BMW Bathams, 9° e 4°); più arretrati troviamo l’inglese Sam West (BMW PRL) con un 21° posto e un DNF per un problema elettrico; Craig Neve (BMW Jackson Academy) 23° e 24°; James Hillier (Kawasaki JG Speedfit) che prende parte solo a gara 1 con un 27° posto, preferendo non rischiare il lunedì; il giovanissimo Josh Daley (Kawasaki Josh Daley Racing) in ultima posizione, 28° e 31° alle prese con le sue prime uscite con un 1000cc; Daley Mathison (BMW Jackson Academy) con un DNF e 27°. Presente anche l’inglese Ivan Lintin (KAwasaki RC Express), purtroppo non qualificatosi per le gare.

Infine, due le wild-card road racing presenti nella categoria Supersport: il “pilotino” di Ian Lougher, Joey Thompson (Kawasaki ILR), che si piazza in 12^ e 19^ posizione, e l’inglese di McAdoo Kawasaki James Cowton, in 16^ e 18^.

Il prossimo appuntamento con il BSB sarà il weekend del 13-15 aprile sul circuito di Brands Hatch Indy.

Con le parole chiave , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.