Southern 100 – Harrison out, fantastica vittoria di Hodson sul newcomer Todd

Billown Circuit, martedì 10 luglio. Dopo parecchi giorni di incredibile caldo e bel tempo, oggi l’Isola di Man si sveglia con un ben più conosciuto cielo grigio. La pioggia non si fa attendere e andrà parzialmente a rovinare questa seconda serata della Southern 100 2018, senza intaccare il programma ma senza nemmeno permettere tempi interessanti. Lo spettacolo, tuttavia, sarà mozzafiato!

Lo spettacolare newcomer Davey Todd (foto: LapConcepts)

La 63^ edizione della Southern 100 è partita lunedì 9 luglio con le prime prove, durante le quali sottolineiamo la supremazia di Dean Harrison ma anche la caduta di Tom Robinson, trasportato in ospedale in Inghilterra in condizioni serie.

Il programma procede oggi, dalle 18.30 locali, con altre sessioni di prove e poi le prime tre gare. Si parte in grande stile con la “Corlett’s Trophies 600/1000“: in pole Dean Harrison, favorito assoluto assieme al connazionale Ivan Lintin. Ma qualcosa andrà storto per entrambi, lasciando spazio ad una bagarre pazzesca tra piloti non esattamente candidati alla vittoria per questa prima gara Open. Non appena le moto escono dal parco chiuso, uno scroscio di pioggia colpisce il Billown Circuit, costringendo ad un ritardo per dare la possibilità ai piloti di cambiare gomme: la maggior parte opterà per “full wet” per questa gara ridotta da 7 a 5 giri. Alle 19.15 locali circa, finalmente il via alla gara, ma ecco il primo colpo di scena: nessun segno della Kawasaki Silicone Engineering di Harrison, che lascia quindi vuota la prima casella in griglia.

Tutto è pronto: il sud dell’Isola di Man si carica di adrenalina, i motori al limitatore e poi via, con quel suono travolgente che solo una “mass start” riesce a dare. Si delinea subito una bagarre tra Ivan Lintin, nuovo favorito assoluto, ed il giovane mannese Michael Evans, che si porta in testa nelle prime battute di gara. La sua S1000RR Wilcock Consulting è tallonata dalla Kawasaki Dafabet RC Express di Ivan Lintin, poi dall’ottimo Rob Hodson, addirittura dal newcomer Davey Todd e poi dalla coppia McAdoo Kawasaki McLean-Cowton.

Mentre si registrano i ritiri degli irlandesi McCormack e Sweeney, al termine del primo passaggio è Lintin a guidare la corsa, ma il trentaquattrenne di Lincoln deve vedersela con un indiavolato Evans, che si riporta in testa alla staccata di Crossfourways; il ventiduenne inglese Todd si porta intanto in terza piazza, mentre è bagarre anche tra i compagni di squadra McLean-Cowton. Lintin riesce a riprendere la leadership al termine del secondo giro, ma Evans si riporta in testa mettendo un secondo abbondante tra sè e Lintin sul traguardo del terzo passaggio. Gara da buttare invece per il nordirlandese Adam McLean, costretto al ritiro, così come i fratelli Mark e Mike Goodings.

Il mannese Michael Evans (foto: LapConcepts)

Poi, fuoco e fiamme. Quarto e penultimo giro, Michael Evans comanda per un soffio questa gara inaugurale della Southern 100. Il manxman è indiavolato, un grande talento già vincitore della Newcomers Race al Manx GP 2016 e poi della Junior e Senior Race al Manx GP 2017, nonché detentore del pazzesco record del Manx GP a 122.8 mph con un 600. Tra Evans e Lintin il distacco si misura in centesimi, quasi appaiati tra i muretti a secco del Billown. Alle loro spalle, intanto, Rob Hodson si fa strada davanti all’esordiente Davey Todd, che con il team manager John Burrows aveva deciso di partecipare a questa Southern proprio all’ultimo minuto, inserendola tra gli impegni di Skerries lo scorso weekend e Walderstown il prossimo.

Quinto ed ultimo passaggio, Evans comanda ma Lintin e Hodson sono quasi un tutt’uno con lui e a Crossfourways è proprio Rob Hodson a passare al comando: da qui in avanti la BMW CMS sarà solo un miraggio per gli inseguitori. Il fratello di Jamie (morto all’Ulster GP 2017 proprio in una caduta con Rob) conquista la vittoria di questa Open Race con ben 3 secondi di vantaggio. E la seconda posizione viene occupata, a sorpresa, dallo strabiliante esordiente Davey Todd (Suzuki Cookstown/BE), già newcomer più veloce al TT 2018 e secondo newcomer più veloce nella storia del TT dopo Peter Hickman (girando ad oltre 128 mph). Completa il podio il mannese Micky Evans, mentre quarto è James Cowton su Kawasaki McAdoo. E Lintin? Grande delusione per l’esperto inglese, che deve accontentarsi del quinto posto in una bagarre forsennata all’ultimo passaggio. Sesto è Jamie Coward, primo tra le 600cc a traguardo.

Fantastica vittoria di Rob Hodson alla Southern 100 (foto: LapConcepts)

Ai microfoni di Manx Radio, alla domanda “Come hai fatto a prendere 3 secondi di vantaggio in mezzo giro?”, Rob Hodson ha risposto “Ho voluto ignorare che il tracciato fosse bagnato…”.

E’ quindi il turno della Open B, dedicata ai piloti che non si sono qualificati per la classe A. Vince il nordirlandese Paul Gartland che dedica la vittoria a William Dunlop; secondo è il newcomer Barry Furber, terzo Dennis Booth.

La seconda serata di questa Southern 100 si conclude con un’avvincente 125/400 Race, vinta da Adrian Kershaw per  0.02 su Mick Goodings, uno dei margini più sottili al traguardo in tutta la storia del Billown Circuit. Completa il podio Paul Gartland.

Appuntamento a domani sera con altre gare della Southern 100, che si può seguire live su Manxradio.com (Player AM).

 

Con le parole chiave , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.