Stefano Bonetti, il ritorno alla North West 200 e il TT con Paton e BMW

Il Tourist Trophy 2018 segnerà una sorta di ritorno al passato con la presenza di un solo pilota italiano, ovvero il nostro solito portacolori Stefano Bonetti

Tralasciando la questione “nulla osta”, che tecnicamente lo vedrà correre con licenza croata, il “Bonny” sarà nuovamente l’unico road racer di casa nostra all’Isola di Man il prossimo giugno, dopo l’abbandono di Marco Pagani e Alex Polita.

Al TT dal lontano 2004 (quando fu secondo miglior newcomer alle spalle di un certo Guy Martin), Stefano ha accumulato ormai una vasta esperienza lungo il Mountain Course, tornandovi quasi ininterrottamente ogni anno fatta eccezione per il 2006 dopo una caduta alla North West ed il 2013 dopo il brutto botto di Macao.

La sua storia è quella del pilota da strada “pane e salame”, fatto da sé, con pochi mezzi ma tanta “manetta” e passione: operaio 40enne di Castro (Bergamo), Bonetti è pluricampione italiano ed europeo Velocità in Salita, vanta vittorie nell’IRRC (fantastica doppietta su Paton a Frohburg 2017), un quinto posto alla North West 200 (ricordate quando salì sul podio nel 2012 salvo poi essere retrocesso per errori cronometrici degli organizzatori?), oltre ad un invito al prestigioso e famigerato Macau GP nel 2012, finito piuttosto male. Chi scrive era presente sul posto il giorno dell’incidente di Stefano in Cina e, credetemi, essere tornato più forte di prima dopo l’impatto fisico e mentale con le Armco barriers non è cosa da tutti. Nel 2014, infatti, il “Bonny” ha migliorato il proprio tempo sul giro al TT, segno palese che l’esperienza al Tourist Trophy è fondamentale, perfezionandolo poi nel 2016 con un clamoroso 126 mph fatto segnare al sesto passaggio del Senior TT: l’italiano più veloce nella storia al Tourist Trophy è anche il primo pilota tricolore a scendere sotto il muro dei 18 minuti all’Isola di Man, con un 17’57”238!

Il 2017 non è stato altrettanto generoso con Stefano al TT: nessun miglioramento con il BMW (come del resto quasi tutti gli altri piloti a causa delle condizioni meteo avverse) e un ritiro con la Paton S1 mentre si trovava in terza posizione, per un problema alla pompa della benzina; dopo un quinto favoloso posto nel 2016 sulla Paton privata CCM Motorsport, il 2017 aveva segnato il rientro in forma ufficiale della Casa milanese (acquisita da SC Project), con Bonetti e Michael Rutter all’assalto del podio; la vittoria è arrivata per il veterano “the Blade”, mentre Stefano, con un podio in tasca, ha dovuto alzare bandiera bianca.

Tutto è pronto però per il 2018 e i progetti si fanno alquanto interessanti: per la prima volta dopo il 2014 Stefano tornerà a correre sul triangolo Coleraine-Portrush-Portstewart a metà maggio. “E’ stato mio fratello Marcello a convincermi a tornare alla North West 200. E’ un buon test per il TT” ci dice Stefano, che in Irlanda del Nord sarà solo con il BMW S1000RR. Al Tourist Trophy, invece, correrà di nuovo anche con la bella Paton S1 SC Project, e questa volta le aspettative sono altissime.

Oltre alla gara Lightweight, Bonetti parteciperà appunto alle gare Superstock, Superbike e Senior TT  (con il numero 30 sul cupolino) e utilizzerà anche, come gli anni scorsi, una particolare carena con i nomi dei suoi supporters (info in foto). C’è tempo fino a fine marzo per contattarlo e supportarlo con una piccola donazione in cambio del proprio nome sulle carene del suo BMW.

E le Salite? Come lo scorso anno, Stefano non parteciperà al CIVS, mentre potrebbe prendere parte a qualche tappa dell’Europeo e dell’IRRC. Ma si vedrà nel corso della stagione. Ora gli occhi e la mente sono puntati per un grande ritorno alla North West 200 ed il riscatto al Tourist Trophy!

 

Con le parole chiave , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Una reazione a Stefano Bonetti, il ritorno alla North West 200 e il TT con Paton e BMW

  1. Centu76 ha scritto:

    Bonny sei incommensurabile!!!! Vai grande pilota siamo tutti con te in sella alla paton x spingerti oltre ogni aspettativa!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.