Ulster GP – Conor Cummins nella storia, sulla Honda Padgett’s la qualifica più veloce di sempre

Giovedì 9 agosto, Dundrod. Il tracciato dell’Ulster GP si prepara ad accogliere la prima giornata di gare sullo storico stradale di circa 12 km tra le campagne dell’Irlanda del Nord, poco lontano da Belfast. Quella che per anni è stata la road race più veloce al mondo, ora seconda solo al Tourist Trophy dopo il record di Hickman al Senior TT 2018. 

Un impressionante Conor Cummins sulla Honda Padgett’s Superbike a Dundrod (foto: Diego Mola)

Prima, però, le sessioni di qualifiche valide per definire gli schieramenti in griglia, da sommarsi alle prove di ieri. Prove che hanno visto letteralmente volare l’inglese Dean Harrison e l’irlandese Derek McGee, quest’ultimo poi fermato da una brutta caduta con Seamus Elliott che gli ha procurato diverse fratture e l’esclusione, con buone probabilità, dal resto di questa stagione per lui finora semplicemente brillante. Un vero dispiacere e i nostri più grandi auguri di veloce e completa guarigione al “Mullingar Missile” McGee!

Dopo gli scrosci di pioggia di ieri, questa mattina finalmente il sole splende su Dundrod: centinaia di spettatori sono assiepati tra i prati e i cespugli lungo il tracciato, a Deer’s Leap con il Lago Neagh sullo sfondo, o all’impressionante uscita della Lougher’s, o allo stretto tornantino dedicato a Darren Lindsay. Si parte alle 11.30 locali con le qualifiche della Superstock, che ieri vedeva in testa un malaticcio Peter Hickman (reduce da una notte in ospedale sabato scorso per un’infezione ai reni, seguita però da un doppio podio a Thruxton BSB); oggi i tempi si abbassano ulteriormente ed è il fenomenale Dean Harrison su Kawasaki Silicone Engineering ad affondare il colpo al termine dei 30′ di prove, piazzandosi in pole position per la gara di sabato (a 132.776 mph, in 3’20”668); a mezzo secondo da Harrison troviamo Peter Hickman (Smiths BMW), a 2 secondi il giovane Davey Todd su Suzuki Cookstown/BE; quarto posto per Conor Cummins (Honda Padgett’s), poi l’australiano Davo Johnson (su Tyco BMW HP4), sesto Lee Johnston (Honda Racing), settimo un ottimo Paul Jordan al suo primo assaggio della Kawasaki RC Express in sostituzione di Ivan Lintin, davanti al connazionale Adam McLean (Kawasaki McAdoo), con Sam West (BMW PRL) e Brian McCormack (BMW TAG) a chiudere la top ten.

Lorenzo Tiveron sulla sua Honda 125 (foto: Diego Mola)

Segue la sessione mista Lightweight/Ultralightweight, con la classe dedicata alle 250/400/450 dominata dalla Yamaha 250cc di Joey Thompson, che si mette alle spalle per ben 2.5 secondi l’esperto Davy Morgan (Honda 250) e Neil Kernohan (Honda 250 Logan Racing). Tra le Ultralightweight è il veterano Chris Elkin ad acciuffare la pole (Honda Moto3 Bob Wylie Racing) davanti a Paul Robinson (Honda Moto3 CB Racing) e Gary Dunlop (Honda Moto3 Joey’s Bar Racing); il nostro Lorenzo Tiveron scatterà invece dalla settima casella in griglia (sesto, data l’assenza di McGee) con la sua Honda 125!

Nessuna sorpresa tra le 600cc, in ” pista” per l’ultima volta prima della gara di questo pomeriggio che aprirà le danze all’Ulster GP 2018. E’ di nuovo Dean Harrison a siglare la pole (ZX-6R Silicone) mettendosi alle spalle un davvero ottimo Conor Cummins (Honda Padgett’s) e il bravissimo Adam McLean (Kawasaki Mcadoo); quarto posto per la Triumph Trooper di Peter Hickman, poi la Honda Padgett’s di Lee Johnston, la Honda Cookstown/BE di Davey Todd, la Yamaha MJR di Micko Sweeney, la Yamaha di Paul Jordan, poi casella vuota per Derek McGee con Dom Hernertson e Daniel Cooper a chiudere la top ten. Piccola caduta a Dawson’s Bend per David Murphy, fortunatamente senza conseguenze.

Infine, l’ultima sessione di prove è dedicata alle big bikes: sul tracciato le Superbike per 45 minuti di qualifiche, con gli occhi puntati ovviamente sulla bagarre Harrison/Hickman. Ma, colpo di scena, a pochi minuti dopo il via il motore della S1000RR Smiths Racing tradisce “Hicky”, costretto ad accostare tra un gran fumo. Occhi puntati però anche sul manxman Conor Cummins: è proprio “Conrod” infatti a segnare la storia a Dundrod con il giro di qualifica più veloce di sempre all’Ulster GP a 134.138 mph di media, vicino al record 2017 di “Deano” a 134.614 mph! Cummins si piazza quindi in pole per la Superbike race di oggi pomeriggio, mettendosi alle spalle Dean Harrison (ZX-10R Silicone), Peter Hickman (BMW Smiths), Davo Johnson (scivolato all’Hairpin sulla Tyco BMW HP4), Davey Todd (Suzuki Cookstown/BE), Lee Johnston (Honda Racing), Paul Jordan (Kawasaki RC Express), Sam West (BMW PRL), Michael Sweeney (BMW MJR) e Adam McLean (Kawasaki McAdoo).

L’appuntamento è ora tra pochissimo con le prime gare dell’Ulster Grand Prix 2018!

Risultati qualifiche UGP

Con le parole chiave , , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.