Prove Tourist Trophy, Harrison il più veloce, caduta per Hutchinson

Isola di Man, martedì 28 maggio. Dopo giorni di meteo incerto, oggi  non ci sono dubbi: nonostante un vento piuttosto forte, le prove del Tourist Trophy non vedranno intoppi. Finalmente il cielo limpido! 

Dean Harrison a Ballagarey (foto: Diego Mola)

Si parte regolarmente alle ore 18.20 locali con la sessione mista Superbike/Superstock/Supersport e, a seguire, i Sidecar, fino alle 21.00 circa.

Siamo appostati a Ballagarey, un punto “da pelo” con uscita di curva a destra in impennata, un punto soprannominato da Guy Martin “Balla-scarey”, cioè “balla-paura” dopo il suo botto anni fa con tanto di moto a fuoco.

La sessione viene dominata da Dean Harrison su Kawasaki Silicone Engineering, che fa segnare il miglior tempo sia tra le Superbike (con un ultimo passaggio a 129.53 mph) che tra le Superstock (a 129.33 mph di media). Secondo miglior tempo tra le Sbk per il manxman Conor Cummins su Honda Padgett’s a 128.09 mph; terzo James Hillier (Kawasaki Quattro Plant) a 128.07. Quarto tempo provvisorio per Michael Dunlop su Tyco BMW: 126.93 mph per lui, anche se il suo ultimo giro era palesemente più veloce fino all’ultimo settore, dove Michael ha rallentato. Che “the bull” si stia nascondendo? Stefano Bonetti segna un 124.48 mph piazzandosi in 11^ posizione. Solo 15° John McGuinness su Norton.

Tra le Superstock, come detto, è sempre Harrison il più veloce seguito da Davo Johnson (Honda Racing, a 126 mph) e un bravissimo Sam West (BMW PRL); seguono Jamie Coward e un fantastico Stefano Bonetti (a 124.48 mph) su BMW S1000RR Speed Motor.

Stefano Bonetti al Gooseneck (foto: Fabio Armanino)

Peter Hickman fa invece registrare il best lap tra le 600cc sulla Triumph Trooper by Smiths (123.9); alle sue spalle Derek McGee (Kawasaki McGee Racing) a 122 mph, poi Lee Johnston su Yamaha Ashcourt Racing a 121.3. Quarto McGuinness su Honda Padgett’s.

Chiudono la sessione i Sidecar, con la coppia Holden/Cain su Honda Silicone Engineering a 114.9 davanti a tutti. Seconda piazza per Peter Founds/Jevan Walmsey, terzo l’equipaggio Alan Founds/Jake Lowther. Solo sesti i fratelli Birchall, che mettono a segno un solo giro del Mountain Course.

La sessione, tuttavia, non è filata del tutto liscia: Ian Hutchinson è stato purtroppo vittima di una caduta all’11° miglio in sella alla Honda Racing; lo abbiamo in seguito sentito e ci ha confermato di stare bene. Cadono anche Paul Williams, Jason Corcoran e Emmett Burke, gli ultimi due trasportati al Noble’s Hospital con qualche ferita.

Problemi anche per Gary Johnson e Conor Cummins, che ricevono bandiera nera: il primo per una onboard camera montata male, il secondo per presunto fumo dalla moto. Anche Hickman è vittima di una sessione difficile, rientrando subito “via Douglas” con la Stock dopo aver percepito problemi a Quarterbridge, poi rientrando di nuovo anche con la Superbike.

Appuntamento a domani per la terza sessione di prove del TT… incrociando le dita per il meteo!

 

Risultati prove 28/05

Con le parole chiave , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.