Dan Kneen, “in incognito” alla North West 200

Alla North West 200 della scorsa settimana, guardando le prove lungo il tracciato c’era qualcosa che proprio non quadrava. 

image1 (29)

Dan Kneen alla NW200, aggressivo e deciso nel suo stile di guida spettacolare (foto: Chris Usal)

Due BMW dalle livree quasi identiche, anche se era risaputo che il pilota in questione doveva essere solo uno. Scartato un possibile caso di sdoppiamento di persona e pure quello di un giro ultra veloce da parte dello stesso rider, trovai la soluzione all’interrogativo gironzolando nel paddock.

Lucida e precisa come sempre la S1000RR di Michael Sweeney, che avevo riconosciuto sul tracciato, mentre poco distante ecco la BMW identica “incriminata”, sotto ad un piccolo gazebo nero. Mi avvicino e scopro che si tratta nientemeno che del manxman Dan Kneen. Il trentenne di Braddan aveva siglato per questa stagione un contratto con il Team tedesco di Rico Penzkofer per la classe Superbike, mentre per la Stock si sarebbe affidato alla sua BMW privata DTR.

 

Hey Dan, come mai stai usando le vecchie carene di Sweeney?

Perché la settimana scorsa sono caduto a Mondello prima di venire qui alla North West e non avevo carene di scorta. Cioè, le ho ma erano in Inghilterra e non avevamo tempo di aspettare. E’ stata una cosa dell’ultimo minuto, Micko le aveva di scorta e me le ha prestate. E’ piuttosto divertente perché ogni volta che entro in pista qualcuno mi da una pacca sulla spalla e mi dice “Forza Micko, buona fortuna!”. Comunque avrò le mie per il TT.

 

Noto la mano malconcia a causa dell’incidente di Mondello e mi torna alla mente la sua caduta dello scorso anno in allenamento, a causa della quale Kneen saltò sia North West che TT 2016.

 

Sei stato ancora un po’ sfortunato… Come sta andando questo inizio di stagione?

Sì, ma la mano non sarà un problema per il Tourist Trophy. L’inizio di stagione a parte questo incidente sta andando bene, ho guidato molto la Superstock, ho fatto dei test in Spagna, poi sono tornato e ho corso qualche round del BSB Superstock e qualche gara in circuito in Irlanda. Sta andando tutto bene, i miei tempi migliorano.

 

Sulla scena road racing dal 2008, “the Kneen machine” fu il primo newcomer nella storia a vincere 3 gare in un’unica settimana al Manx GP. Un vero talento che si è da sempre destreggiato tra team privati come Marks Bloom Suzuki, passando poi presso John Burrows (con cui colse la sua prima vittoria in una International Road Race, all’Ulster GP Superstock 2014, e distrusse la concorrenza da esordiente nelle Nationals), poi Clive Padgett, fino al team Mar-Train Yamaha nel 2016. Pronto a proseguire la collaborazione anche per quest’anno, Kneen si è ritrovato invece senza una sella dopo il ritiro improvviso della squadra di Tim e Sonia Martin negli scorsi mesi. A gennaio, poi, la firma del contratto con l’ex pilota Rico Penzkofer per il quale Daniel correrà nella classe Superbike su BMW S1000RR, cercando di migliorare al TT quel giro fantastico a 130 mph fatto segnare nel 2015.

 

image2 (11)E per il resto della stagione che gare farai? So che correrai a Imatra in Finlandia.

Sì, ci sono in programma un po’ di gare con il Team Penz13.com: Frohburg, Imatra, Horice la settimana prossima, poi Macao. Credo che invece con la Stock farò l’Ulster GP e la Southern 100. Poi sarò al Classic TT. Al momento non ho ancora studiato niente per Imatra, è ancora troppo lontana, sto solo facendo i compiti per Horice! Guarderò degli onboard prima di andarci, ci ho dato solo un’occhiata e ho visto che è molto veloce, con chicane proprio come qui alla North West, potrebbe essere difficile.

 

 

Ho letto che cercavi anche una Supersport quest’anno.

Sì ma per adesso non c’è ancora, sono qui solo con la Stock e sarò al TT con Stock e Superbike. Pace, è andata così. A meno che non salti fiori qualcosa all’improvviso. 

 

 

Hai degli obiettivi per il TT di quest’anno in termini di velocità o posizione?

So cosa voglio fare ma non mi piace parlarne! So che posso andare più forte e migliorare i miei tempi sul giro. Questo è l’obiettivo, dovrei essere alla portata di buoni risultati.

 

 

Cosa ci dici del Team tedesco Penz13.com? Qualche difficoltà con la lingua?

Beh, quando eravamo ai test in Spagna io e il mio meccanico Scott sembravamo due studenti francesi all’estero, seguivamo il team ovunque senza capire niente! E’ difficile ma adesso loro stanno imparando a parlare irlandese e mannese per capirci! Invece il mio compagno di squadra Alex Polita continua a ripetere la stessa cosa, “mamma mia!”. E’ un bel team, davvero, va tutto bene.

 

 

Come mai loro non sono alla North West quest’anno?

Sinceramente non lo so, credo che per loro sia un viaggio molto lungo e vogliano concentrarsi sul TT che è l’obiettivo principale. L’anno prossimo sarebbe bello ritornare qui con loro, è sicuramente meglio avere un team più grande e del supporto, anziché stare qui da solo con un furgoncino e pochi pezzi di ricambio come sto facendo io adesso. Comunque sto facendo del mio meglio e mi sto divertendo, questa è la cosa principale. 

 

Saluto Dan felice di aver risolto il mistero delle carene e gustandomi già la sua guida spettacolare il giorno dopo alla North West 200, a pennellare i marciapiedi alzando un gran polverone ai bordi delle strade. Fantastico.

Con le parole chiave , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.