Southern 100: inarrestabile Harrison, incidente per Cummins

La seconda serata di gare alla Southern 100 è stata caratterizzata nuovamente dal trionfo di Dean Harrison, da grandi bagarre ma anche, purtroppo, da qualche preoccupazione. Una splendida giornata di sole ha accolto gli spettatori nel fantastico scenario del sud dell’Isola di Man, presso Castletown. Quattro le gare in programma per questa sera: Senior, Supertwin, Supersport e Sidecar. 

 

Ellan Vannin Fuels Senior Race 1000cc

Scatta alle ore 18.20 locali la prima gara prevista per oggi al Billown Circuit. Sette i giri per la classe 1000cc e occhi puntati su Dean Harrison (RC Express Kawasaki), vincitore della Open Race di ieri sera, Guy Martin (Tyco Suzuki) e Michael Dunlop (Hawk BMW).

Ma, sorpresa sorpresa, l’hole shot è tutto per Dan Kneen, che scatta benissimo dalla seconda fila portando subito davanti la Suzuki del Team Cookstown/BE. Lo seguono Dean Harrison, Guy Martin, Ivan Lintin e Michael Dunlop, di nuovo autore di una pessima partenza. La leadership di Dan Kneen dura però solo poche miglia, perché al secondo passaggio il mannese viene sopravanzato da Harrison. Guy Martin, intanto, si ritira “al paddock”, abbandonando le speranze di vittoria anche per la seconda gara di questa Southern 100 2014.

Complice il ritiro di Martin, Michael Dunlop riesce ben presto ad impossessarsi della terza piazza, seguito da Ivan Lintin, Russ Mountford, James Cowton, Seamus Elliott, Davy Morgan e Ryan Kneen. “Deano” non si risparmia e vuole mettersi al sicuro creando subito un certo gap tra lui e Dan Kneen, rischiando anche l’highside a Church Bends. Kneen a sua volta deve guardarsi le spalle da un Michael Dunlop in gran rimonta, lasciando a Lintin una gara solitaria, mentre, più indietro, è bagarre tra Mountford e Cowton. Al sesto passaggio torna in pista Guy Martin per effettuare un piccolo test sulle modifiche fatte, ma non comparirà comunque in classifica finale.

Michael intanto ha ormai raggiunto i tubi di scarico della GSX-R nordirlandese di Dan Kneen. Dean Harrison si avvia verso la seconda vittoria su due gare in questa edizione della Southern 100, tagliando il traguardo con 6,2 secondi di vantaggio sugli inseguitori. Bagarre all’ultimo giro con sorpassi e controsorpassi tra Dan Kneen e Michael Dunlop, ma è il Manxman, acclamatissimo dai fan, a spuntarla lasciando a Michael il terzo gradino del podio. Solo 5 centesimi a separare i due, mentre quarto è Ivan Lintin a ben 19 secondi; quinto Russ Mountford, poi James Cowton, Seamus Elliott, Ryan Kneen (fratello di Dan), Davy Morgan e Mark Parrett a chiudere la top ten. Dean Harrison fa segnare anche il nuovo record di categoria con un quarto passaggio in 2’14”834 (ovvero 113.473 mph di media).

 

 

Mike Kerruish Plumbing 250/650cc Race

Anche la gara delle Supertwins ha regalato momenti mozzafiato nella lotta per il secondo gradino del podio. La gara viene subito interrotta con bandiera rossa al primo giro per un incidente a Ballakeighan che vede coinvolte le bicilindriche di Niklas Pfeiffer, Dave Taylor, Marie Hodgson e Chris Mitchell, fortunatamente senza serie conseguenze per i piloti.

Gara accorciata a 5 giri e al via è il poleman Ivan Lintin (Kawasaki McKinstry Racing) a sfrecciare per primo lungo il Billown Circuit, seguito da James Cowton, Dean Harrison, Adrian Harrison e Davy Morgan. Le posizioni rimangono sostanzialmente congelate, mentre il biondissimo Lintin straccia per ben due volte il record del tracciato (classe Supertwin) appartenente a Dean Harrison. Ivan aumenta il suo vantaggio sui due diretti inseguitori Cowton e Harrison, che ingaggiano una gran bagarre passandosi più volte. Quarto un solitario Adrian Harrison, mentre è lotta anche nel gruppetto del quinto, sesto e settimo posto tra Davy Morgan, Dean Osborne e Chris Mitchell. Al termine del quinto ed ultimo passaggio Ivan Lintin taglia il traguardo con 8 secondi di vantaggio; alle sue spalle prosegue fino all’ultima curva la bagarre tra Harrison e Cowton e alla fine è “Deano” a spuntarla su James per poco più di un decimo.

Quarto posto per Adrian Harrison, quinto Davy Morgan, poi Dean Osborne, John Barton, Tom Snow, Paul Shoemisth e Michael Russell.

 

 

Radcliffe Butchers 600cc Race

La gara della Supersport riserva purtroppo spiacevoli sorprese. Ancora una volta la prima staccata a destra, Ballakeighan Corner, è teatro di una “ammucchiata”. Coinvolti Conor Cummins, Ivan Lintin, James Cowton e Tom Parkes. Cummins e Parkes sono stati subito trasportati al Noble’s Hospital di Douglas “non in pericolo di vita”, mentre Lintin li ha raggiunti più tardi per un check up e Cowton se l’è cavata senza danni. La gara è stata quindi interrotta con bandiera rossa e gli organizzatori hanno deciso di dare il via alla Sidecar Race.

La Supersport è ripartita dunque più tardi: sette i giri previsti e assente dalla griglia, oltre agli infortunati, anche Michael Dunlop, vittima di qualche problema di troppo sulla sua Honda MD Racing. Al via scatta bene Dean Harrison (Yamaha Mar-Train), ma Dan Kneen (Honda Cookstown/BE) si prende la testa della corsa a Crossfourways. Alle loro spalle Guy Martin, Ryan Kneen e Russ Mountford. Ma ad Harrison il secondo posto sta davvero stretto e “Deano” si riprende subito la leadership ai danni di Kneen, determinato a portare a casa la terza vittoria dell’evento. Dan Kneen deve ora guardarsi le spalle da Guy Martin mentre Harrison guadagna secondi preziosi. Dietro di loro il gruppone Mountford, Ryan Kneen, Seamus Elliott e il newcomer Malachi-Mitchell.

E’ ora il turno di Guy Martin per mettere Dan Kneen nel mirino: passarlo subito è l’unico modo per non lasciar scappare Harrison. Guy porta la sua GSX-R600 bianca e blu in seconda posizione, ma Harrison ha ormai 3 secondi di distacco. Difficile ma non impossibile prenderlo. Martin spinge portandosi dietro Dan Kneen, mentre alle loro spalle c’è un impressionante vuoto di 14 secondi prima del passaggio di Russ Mountford. “Era questione di vita o di morte, ma non riuscivo a guadagnargli un centimetro”, dirà Guy nell’intervista post-gara. Harrison va a vincere la sua terza gara in questa Southern 100 2014 con 3,2 secondi su Martin; terzo posto per Dan Kneen, quarto è un ottimo Russ Mountford, poi Ryan Kneen, Seamus Elliott, Malachi-Mitchell Thomas, Colin Stephenson, Paul Shoesmith e Adrian Harrison.

 

 

Ace Hire and Sales Sidecar Race

Sidecr vincente-7927

Ian e Carl Bell (Foto: Benedetta Zaccherini)

“Bit of a drama” alla partenza di gara 1 Sidecar, come si dice in Inghilterra. Dopo il giro di allineamento (durante il quale gli spettatori vedono sfrecciare anche la Tyco Suzuki di Guy Martin assieme ai sidecar), gli equipaggi lamentano la scarsa visibilità del semaforo a causa del sole all’orizzonte: le gare sono al tramonto qui alla Southern 100 e uno dei possibili inconvenienti è proprio questo.

Nonostante ciò e con un po’ di ritardo la gara parte: sono John Holden e Andy Winkle (LCR Honda) a portarsi in testa ai danni di padre e figlio Ian e Carl Bell (LCR Yamaha); a seguire Molyneux/Binns (DMR Kawasaki), Bryan/Winn (Baker Honda), Lindley/Kilkenny (LCR Suzuki) e Harrison/Crowe (Shelbourne Honda). Ma la leadership di Holden dura poco: al secondo passaggio i Bell sono davanti a tutti superando l’equipaggio avversario a Crossfourways. La coppia Molyneux/Binns spinge e riesce a portarsi in seconda posizione al giro successivo, mentre Conrad Harrison fa segnare tempi interessanti e rimonta fino alla quarta piazza. Nei 6 giri in programma il precedente record di Nick Crowe rimane imbattuto, ma la gara non manca certo di adrenalina: Holden e Winkle si ritirano al penultimo passaggio, mentre Conrad Harrison (padre di Dean) e Jason Crowe danno spettacolo nella loro rimonta. Bagarre anche al vertice tra i Bell e Moly, ma padre e figlio non mollano e tagliano il traguardo  con 7 decimi di vantaggio sul pluricampione Molyneux. Solo 3 decimi separano invece Harrison/Crowe, terzi classificati, da Lindley/Kilkenny, che hanno dato vita ad una serie di passaggi mozzafiato tra i muretti dello stretto Billown Circuit.

 

Appuntamento a domani mattina, ore 11.20 italiane, con le restanti gare della Southern 100!

 

Classifiche complete giorno 2 Southern 100

 

 

(Foto: PS Das Sport-Motorrad Magazine)

Con le parole chiave , , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

2 reazioni a Southern 100: inarrestabile Harrison, incidente per Cummins

  1. marco grasso ha scritto:

    Harrison è davvero in gran forma qui al Billown Circuit…ma un bravo anche a Martin e kneen che hanno dato tutto come sempre. Un augurio di pronta guarigione ai piloti coinvolti in cadute.

  2. Oreste ha scritto:

    Un saluto di pronta guarigione a Cummins e tutti i piloti coinvolti nella caduta.Certo che Harrison sembra uno che arrivi in fretta con i migliori.gli equipaggi dei sidecar a filo asfalto del tracciato hanno una visione diversa delle moto e secondo me non hanno tutti i torti però loro sono impavidi ad affrontare le gare.

    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.