Southern 100 – Inarrestabile Michael Dunlop. Gara Sidecar nella storia

Giovedì 14 luglio, Isola di Man. La quarta ed ultima giornata della Southern 100 2016 inizia con un sole splendente sul Billown Circuit, tracciato di 4.25 miglia stretto tra muretti a secco, alberi e case nel sud della verdissima Ellan Vannin.

image1

Michael Dunlop, re della Southern 100 (foto: RCphotos)

Dopo le entusiasmanti performance di ieri sera ci si prepara ad un serratissimo programma di gare, a partire dalle 10.15 del mattino con la “Pole Position Travel 600cc B Race”. Finalmente tracciato asciutto e tutte le carte in regola per grandi bagarre, senza la variabile della scelta di gomme che ieri, sul circuito bagnato solo in parte, ha condizionato le prestazioni di tanti piloti. La Senior Support Race viene vinta da Thomas Gottschalk, ma l’attenzione è tutta per la gara successiva, la “S&S Motors Supersport”: in pole Dean Harrison sulla Zx6R Silicone Engineering, mentre chi potrebbe impensierire il giovane pilota inglese è l’alfiere Mar-Train Yamaha Dan Kneen. Allo start è “Deano” a prendersi la leadership della corsa seguito da Kneen e Coward, tutti racchiusi in poco più di 1 secondo, poi Cowton, Stephenson, Hodson, Parrett e un attardato Ivan Lintin. Si preannuncia una bella bagarre tra “Dean e Dan”, ma al terzo giro la gara perde proprio il mannese Kneen, che esce per un problema a Ballakeighan. Jamie Coward si ritrova così in seconda posizione, ma nulla può per tenere il passo di Harrison; i primi tre conducono sostanzialmente una gara solitaria, separati l’uno dall’altro di 5 e 3 secondi. Chi dà spettacolo è invece Lintin, impegnato in una gran rimonta sulla sua Kawasaki Rc Express. Al termine dei 7 giri Dean Harrison si prende la vittoria in questa seconda gara Supersport alla Southern 100; secondo posto per Jamie Coward a 5.4 secondi (Kawasaki RJP), poi James Cowton a + 15.4 (Honda Cowton by Radcliffes), Ivan Lintin, Colin Stephenson, Rob Hodson, Mark Parrett, Darryl Tweed, Glenn Harrison e Brendan Fargher a chiudere la top ten.

Pochi minuti per recuperare e poi di nuovo tutti in griglia per la “Island Aggregates Senior 1000cc Race”: Michael Dunlop in pole sulla BMW Superbike Hawk Racing, con la quale ha già vinto le due Gare Open di apertura in questa Southern 100, nonchè il Senior TT con tanto di nuovo record del Mountain Course. Al via Michael crea subito un gap di 4 secondi su Dean Harrison che insegue, ma al terzo passaggio vengono esposte le bandiere rosse per la caduta del newcomer Alan Bonner (Kawasaki RC Express) a Cross-Four-Ways, trasportato al Nobles Hospital per un controllo per possibili fratture al braccio. La gara viene abbandonata e, mentre le strade rimangono chiuse per la pulizia del tratto incriminato, si approfitta per anticipare la pausa pranzo.

 

lintin

Il podio della Supertwin Race (foto: RC Express)

Alle ore 13.20 locali si riparte con la “Ocean Motor Village 250/650cc Race”. Gara 2 Supertwin vede in pole Ivan Lintin (Er6 Kawasaki RC Express), favorito assoluto di categoria e vincitore di Gara 1 ieri sera con un buon vantaggio. Le bicilindriche 650cc di casa RC Express hanno certamente una qualità invidiabile, avendo vinto al TT con Dean Harrison e poi con lo stesso Lintin per tre anni di fila. Al via l’hole-shot è di Lintin davanti a Cowton, Rob Hodson, Jamie Coward ed il newcomer Adam McLean. Ivan Lintin, come prevedibile, aumenta giro dopo giro il proprio vantaggio su Cowton, portandolo già a 6 secondi al secondo passaggio. Interessante la lotta per il terzo posto tra Coward e Hodson e quella per il quinto tra McLean e Hardisty, primo pilota in sella ad una 250cc. Mentre le prime due posizioni sembrano ormai consolidate, Rob Hodson si prende la terza piazza ai danni di Coward, che durante l’ultimo giro viene sopravanzato anche dal bravissimo Rhys Hardisty. Sul finale, quindi, è Ivan Lintin a dominare ancora questa Supertwin Race 2 per 8 secondi davanti a James Cowton (su Er6 MacAdoo) e 10 a Rob Hodson. Quarto è Rhys Hardisty su Honda 250cc tra le 650cc bicilindriche, poi Jamie Coward, Adam McLean, Dean Osborne, Jonathan Perry, Dave Moffitt e Brad Vicars.

 

Segue la “IOM Steam packet Company 125/400cc Race”, che lunedì aveva riservato la bella sorpresa della vittoria dell’esordiente Darryl Tweed. E ancora una volta Tweed sarà tra i protagonisti in questa gara di 6 giri. Tweed e Seamus Elliott schizzano appaiati verso Ballakeighan, mentre terzo è Adrian Kershaw, poi Mick Goodings e Michael Russell. Al secondo passaggio Elliott riesce a mettere un paio di secondi tra sé e Tweed, mentre dietro di loro si scatena la bagarre tra Kershaw, Goodings e Russell,  poi Dave Taylor, Dan Sayle (unico in sella ad una Moto3), Tony Limer, Adam McLean e Paul Robinson. Seamus Elliott spinge forte, fa segnare il best lap di gara e raddoppia il gap su Tweed; intanto si ritirano Gary Dunlop sulla Honda 125 Joey’s Bar (figlio del grande Joey e rientrato quest’anno nel mondo delle road races, alternandolo al suo lavoro di barista proprio al Joey’s Pub di Ballymoney) e la ragazzina Yvonne Montgomery. All’ultimo giro l’esordiente Darryl Tweed riesce a ricucire parzialmente lo strappo da Elliott, ma è ormai troppo tardi: Seamus (Yamaha 400) vince con 5 secondi di vantaggio sul Darryl Tweed (Kawasaki 400), mentre Adrian Kershaw (Kawasaki 400) è terzo. Quarto Mick Goodings, quinto Dan Sayle, poi Dave Taylor, Michael Russell, Tony Limber, Paul Robinson e Adam McLean.

 

E’ poi il turno dei 9 giri della “Manx Gas Solo Championship Race”, dopo una menzione speciale a Terry Moore, che si ritira dopo 61 anni di onorato servizio come marshal della Southern 100. “No marshals, no races!”. Al via è Dean Harrison a scattare davanti a tutti sulla sua ZX10R, bruciando Michael e Lintin, ma a metà giro il nipote di Joey Dunlop è già in testa e ci rimarrà fino a fine gara. Al termine del primo passaggio Michael ha 3.7 secondi di vantaggio su Harrison, poi Lintin, Kneen, Hegarty, Coward, Ryan Kneen (ritiratosi poi al secondo giro), Parrett, Elliott, Morgan e Cowton. Michael è inarrestabile, porta a 5 secondi il gap su “Deano”, poi a 7, mentre alle loro spalle Ivan Lintin subisce il sorpasso di Dan Kneen salvo poi riprendersi la posizione. Problemi ai freni invece per il TT Privateers Champion 2016 Dan Hegarty, che perde posizioni .

Nono ed ultimo giro: in perfette condizioni meteo e di asfalto, dopo una gloriosa giornata di gare, Michael Dunlop prende per primo la bandiera a scacchi della “Manx Gas Solo Race”. Ancora velocissimo e intelligente. Sei secondi dietro Michael troviamo Dean Harrison, mentre Ivan Lintin completa il podio sulla Kawa RC Express. Quarto posto per Dan Kneen, poi Jamie Coward, Seamus Elliott, Dan Hegarty, Davy Morgan, Mark Parrett e Anthony Redmond.

 

peter bull

Tim Reeves/Patrick Farrance seguiti da Ben e Tom Birchall (foto: Peter Bull)

Terzultima gara di questa Southern 100 2016 è la “Manx Gas Sidecar Championship Race”. Se ieri sera gara 1 aveva visto la vittoria prematura di Reeves/Farrance dopo una red flag che aveva bloccato sul nascere la rimonta di Moly, oggi sono i fratelli Birchall a tentare l’impresa. L’hole-shot è del Side n. 77 marchiato “F13k Cancer” e “Klaffi Racing”: Tim Reeves e Patrick Farrance comandano su Ben e Tom Birchall, mentre Dave Molyneux e Dan Sayle incappano in una brutta partenza. La “Manx Gas Sidecar Race” si rivelerà una delle più belle gare di sempre alla Southern 100: Reeves/Farrance, Birchall/Birchall, Moly/Sayle, Holden/Winkle sono separati da un solo secondo! Al terzo giro i fratelli di Mansfield passano in testa, mentre i mannesi Molyneux e Sayle sono costretti al ritiro: nessuna fortuna per il grande Moly neppure in questa Southern. Quarto giro, il pluricampione del mondo Tim Reeves fa segnare il nuovo record di gara che resisteva ormai da anni, a sfiorare le 100 mph di media. Quinto giro, questa volta sono i Birchall ad abbassare il record, guidando la gara per soli 3 decimi su Reeves/Farrance e per 1.7 su Holden e Winkle.  Sesto giro, ed è storia: i sidecar sfondano il muro delle 100 miglia di media alla Southern 100 sia con i Birchall che con Reeves, ma è quest’ultimo con Farrance che si assicura il nuovo record del tracciato girando in 2’31”862 a 100.749 mph. Le prime cinque posizioni sono assolutamente da assegnare, le bagarre si sprecano, finchè all’ottavo ed ultimo giro Tim Reeves e Patrick Farrance passano Ben e Tom Birchall con un sorpasso magistrale, vincendo la “Manx Gas Sidecar Race” per soli 1.2 secondi. Fantastico. I Birchall devono accontentarsi del secondo posto dopo la doppietta dei connazionali, mentre terzo è l’equipaggio di John Holden e Andy Winkle. Quarto posto per Lockey/Sayers, poi Baker/Smithies.

Segue la “Senior Support Consolation Race”, che nel 2014 aveva visto un grandioso Davide Ansaldi sul terzo gradino del podio; la penultima gara di questa Southern 100 2016 se la aggiudica Brad Vicars dopo una gran bagarre con Michael Evans: al termine del primo giro i due passano appaiati sul traguardo e i cronometri segnano un gap di “0.000” tra i piloti! Vicars riesce poi a guadagnare un buon vantaggio agguantando il primo gradino del podio; secondo Evans, terzo Andy Sellars.

Infine, si conclude con la ripartenza della “Island Aggregates Senior Race”, interrotta questa mattina per l’incidente di Bonner. Mancano però all’appello, oltre ad Alan, anche i compagni Ivan Lintin e Jamie Coward, poi Dean Harrison e Dan Kneen. Campo libero quindi per Michael Dunlop, sempre presente, sempre inarrestabile, anche se l’hole-shot questa volta va al manxman Ryan Kneen. Subito ripresa la leadership, Michael mette già 5 secondi al termine del primo passaggio tra sé e gli inseguitori Kneen, Elliott, Hegarty, Hodson, Parrett. E’ di nuovo una gara solitaria per Michael, che pennella le traiettorie lungo il Billown ed esalta gli spettatori con derapate in staccata. Il più giovane dei fratelli Dunlop vince quindi anche quest’ultima gara di giornata, con 18 secondi di vantaggio su Ryan Kneen; terzo è Dan Hegarty dopo un fantastico sorpasso su Seamus Elliott, quinto Mark Parrett, poi Rob Hodson, Mark Goodings, Frank Gallagher, Dominic Herbertson e Mick Goodings.

Grazie a tutti per questa spettacolare edizione della Southern 100 e auguri di buona guarigione ad Alan Bonner e i piloti coinvolti nelle varie cadute.

Risultati Southern 100

Con le parole chiave , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Una reazione a Southern 100 – Inarrestabile Michael Dunlop. Gara Sidecar nella storia

  1. Gabriele Pezzotta ha scritto:

    Grandissimo show da parte di tutti!
    Super lavoro dei Marshals e degli organizzatori ed ufficiali!
    Pubblico numeroso e contentissimo di come è andata.
    Grazie di cuore a chi ha supportato I Pagliacci Del Cuore!
    http://www.unnnasorossoper.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.