Stefano Bonetti con il Team Rocknroad nel 2015

Come già accennato durante la nostra intervista all’EICMA, la prossima stagione Stefano Bonetti lascerà i colori del suo team Speed Motor per vestire quelli del Rocknroad Racing. 

Italiano più veloce nella storia al Tourist Trophy dell’Isola di Man e alla North West 200 in Irlanda del Nord, vincitore di 9 Campionati Italiani Velocità in Salita e di 2 Europei Salita, Stefano affronterà il 2015 con l’appoggio della squadra di Fabrizio “Barry” Rivellini, bergamasco come lui e pilota che da 20 anni coniuga motori e musica.

I meccanici di Stefano saranno gli stessi, ovvero i fidati amici Popy e Pippo e il fratello Marcello. Le moto dovrebbero essere di nuovo le Kawasaki Zx-10R e Zx-6R messe a disposizione dallo sponsor Abecamper Noleggio. Ma dal prossimo anno Bonetti si appoggerà alla struttura Rocknroad Racing.

I programmi? Il Tourist Trophy, come da un decennio ormai, il CIVS (dal prossimo anno anche con il 1000cc) e l’Europeo Salita. Per quanto riguarda il secondo consueto appuntamento International Road Racing, ovvero la North West 200, c’è qualche ripensamento.

Stefano potrebbe provare invece l’alternativa delle corse su strada ceche, come la “300 Zetacek Gustava Havla” (o “300 Curve di Gustav Havel”), manifestazione che si tiene a Hořice (Repubblica Ceca, appunto) più o meno nel periodo della North West 200. Circuito interessante, trasferta più breve, una nuova allettante esperienza, insomma.

Per leggere le parole di Stefano, ecco il link alla nostra intervista. E per conoscere questa interessante squadra, ecco li link del Rocknroad Racing Team.

 

 

(Foto:  Mauro Manenti, www.mauromanenti.it)

Con le parole chiave , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Una reazione a Stefano Bonetti con il Team Rocknroad nel 2015

  1. Oreste ha scritto:

    Ogni anno che passa il Pilota cerca nuova spinta e a volte anche se si cambia team in questo caso alla grande con un Pilota Barry Manager e Appassionato di Musica nei Piloti dovrebbe scattare qualcosa in più cercando stimoli e obbiettivi da raggiungere con nuovi circuiti e inedite situazioni.

    In bocca al Lupo Stefano!!

    Saluti

    Oreste de ROMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.