Superbike Classic TT – Fantastico Dean Harrison, ma è di Anstey il nuovo record

Isola di Man, martedì 29 agosto. Si è arrivati all’ultima gara del Classic TT 2017, la Superbike Race, la gara delle gare. Schierati su Glencrutchery Road moltissimi top riders del Tourist Trophy su gioielli d’epoca ammirati nel paddock per tutta la settimana, in un evento che spesso ha più il sapore di un festival che di una vera competizione.

IMG_5932-18

Schiacciante vittoria per Dean Harrison su Kawasaki 750 del 1993 (foto: LapConcepts)

In questo caso è l’australiano David Johnson ad aprire le danze alle ore 14.50 locali, in sella alla Suzuki XR69 Team York, già “abituato” al numero 1 sul cupolino al TT di quest’anno con Norton. Occhi puntati però sui più veloci in qualifica Bruce Anstey (su Yamaha 500cc Padgett’s) e Michael Dunlop (sulla XR69 lasciata libera da Lee Johnston per infortunio, dopo che quella identica di “Micky D” aveva riservato solo problemi nelle prime prove).

Ma al primo rilevamento di Glen Helen è Dean Harrison davanti a tutti, fortissimo, a 3 secondi di vantaggio su Dunlop e Anstey; seguono Horst Saiger (Kawasaki 750cc Greenall), il bravissimo Jamie Coward (Kawasaki 750cc Mistral Racing), Gary Johnson (Suzuki XR69 York), Dan Kneen (Kawasaki 750cc Mistral, sempre spettacolare nella guida), Ivan Lintin (Kawasaki 750cc Kraus Racing), Davo Johnson (XR69 York Suzuki), e Derek Sheils (Kawasaki 750cc Greenall) a chiudere la top ten.

Il “missile di Bradford” estende il suo vantaggio a 6 secondi a Ramsey e poi a 7.8 sul traguardo del primo giro, sfrecciando a 126.367 mph di media, vicinissimo al record di Michael Dunlop di 126.808 mph. Seguono Anstey, Saiger, Coward e Davo Johnson, risalito in quinta posizione, con Michael Dunlop “sparito dai radar” nel corso di questo primo passaggio e poi definitivamente ritirato in pit lane. Al rilevamento di Glen Helen non passerà neppure Jamie Coward, costretto ad abbandonare la gara per problemi alla sua Kawasaki Mistral, e così pure James Hillier (con la bella Ducati 888 Oxford) ritirato a Ballacraine, Daniel Cooper (Suzuki 1100 CSC Racing) a Hillberry e Paul Owen (Yamaha 750cc Team 98) in pit lane.

Al termine del secondo giro, nonostante il rallentamento per il pit stop, si riscrive la storia: Bruce Anstey su Yamaha 500cc fa segnare il nuovo record in 126.995 mph di media, ma subito Dean Harrison risponde con uno stratosferico 127.212 mph! Il road racer più veloce al mondo colpisce ancora.

IMG_4058-13

Numero 1 sul cupolino della Suzuki York di Davo Johnson (foto: LapConcepts)

Ed ecco la danza dei pit stop, con i particolarissimi metodi di rifornimento, le luci e le sirene che si accendono all’arrivo dei piloti e centinaia di occhi puntati sui meccanici e i piloti che prendono fiato qualche istante.

Terzo giro, Glen Helen, Harrison comanda per 29 secondi sul “kiwi”, con l’austriaco Horst Saiger in terza piazza attardato a sua volta di altri 29 secondi, poi il duo York Suzuki Davo Johnson e Gary Johnson tallonato da Ivan Lintin. Si segnalano ulteriori ritiri, quelli di Paul Gartland e Wayne Axon, con la classifica delle Classic come sempre decimata, mentre Richard Wilson ed il francese Timothee Monot ricevono 30 secondi di penalità per eccesso di velocità in pit lane. Il giovane figlio del sidecarista Conrad Harrison mantiene la sua sostanziosa leadership lungo i 60.7 km del Mountain Course, tagliando il traguardo del terzo e penultimo giro con 28 secondi di vantaggio su Bruce Anstey, con Saiger e Davo Johnson saldamente al terzo e quarto posto ed il manxman Dan Kneen risalito in quinta posizione. Ritirati invece Gary Johnson su XR69 e Ivan Lintin su Kawasaki 750cc nel tratto di Mountain Mile e Josh Brookes a Glentramman sulla bella Norton RCW588.

IMG_3798-1

Bruce Anstey segna il nuovo fantastico lap record del Classic TT (foto: LapConcepts)

E, anche se durante il quarto ed ultimo passaggio il vantaggio di Dean Harrison si riduce addirittura da 30 a 16 secondi, è il “Bradford bullet” a vincere questa Classic TT Superbike Race con la Kawasaki 750cc Silicone Engineering; la prima vittoria al Classic TT per “Deano”, con tanto di record di gara.

Secondo posto per il sempreverde neozelandese Bruce Anstey su Yamaha 500cc Padgett’s Motorcycles, che, attenzione attenzione, infrange nuovamente il lap record all’ultimo giro con un pazzesco 127.496 miglia orarie di media! Terzo gradino del podio per Horst Saiger su Kawasaki 750cc Greenall Racing (a circa 1 minuto), primissimo podio all’Isola di Man per il felice austriaco.

Dietro a Saiger troviamo “l’aussie” Davo Johnson (XR69 York Suzuki), poi i mannesi Dan Kneen (Kawasaki 750cc Mistral) e Conor Cummins (Yamaha 750cc Padgett’s), William Dunlop (Kawasaki 750cc Herheim Racing), Derek Sheils (Kawasaki 750cc Greenall), Danny Webb (Suzuki 1100 Team Classic) ed Andy Dudgeon (Kawasaki 750cc Rob Brews) a chiudere la top ten. Dan Stewart, undicesimo, è il miglior privato al traguardo.

Per il Classic TT 2017 è tutto, appuntamento ora con le gare del Manx Grand Prix!

 

Con le parole chiave , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.