Tourist Trophy, grande attesa per i Sidecar

65 iscritti: tanti ma mai troppi quando si parla di Sidecar e di Isola di Man! 

140C6C502AAE4A68B55DC713BAD3838F.ashx

(foto: iomtt.com)

E’ questa la schiera di equipaggi pronti a darsi battaglia a partire da stasera sul mitico percorso di oltre 60 km che non aspetta altro che sentire urlare i motori 600 cc di questi variopinti ed affascinanti mezzi a tre ruote.
Nomi noti, leggende dell’ambiente, campioni del mondo della specialità, praticanti, donne e semplici appassionati da ogni parte del mondo alla ricerca della sensazione di una vita intera: c’è veramente di tutto scorrendo la lista dei team iscritti e questo aggiunge fascino e trepidazione a questa edizione 2016.
Ad aprire le danze con il numero 1 sulla tabella sarà Dave Molyneux, la leggenda delle road races a tre ruote, nonché padrone di casa: 17 vittorie al TT, una vera e propria icona del Mountain alla ricerca dell’ennesimo successo in coppia quest’anno con Dan Sayle, anch’egli pilota locale e plurivincitore, sicuramente uno dei migliori su piazza. Ovviamente saranno in sella ad un telaio DMR (Dave Molyneux Racing) costruito interamente dallo stesso pilota mannese nella sua officina ad Andreas, nel nord dell’isola: tutti gli anni il Manx driver migliora e studia nuovi accorgimenti per contrastare il colosso svizzero LCR (Louis Christen Racing) che ultimamente sta dominando anche in ambito road races oltre che sulle piste permanenti.
A seguire partirà la coppia formata dai fratelli inglesi Ben e Tom Birchall, già vincitori al TT: scommettiamo senza dubbi che i due ragazzi di Mainsfield occuperanno le primissime posizioni e, avendo come lepre e punto di riferimento nientemeno che Molyneux, troveranno tutti gli stimoli necessari per spiccare tempi sensazionali sul loro bianco e sempre impeccabile LCR Honda.
A completare un trio di partenze da urlo troviamo con la tabella n.4 un altro team da leggenda: nientemeno che il campione del mondo sidecar in carica Tim Reeves in coppia con Patrick Farrance, anch’egli già vincitore di un mondiale su pista e ben tre TT.
I due inglesi si riuniscono nelle road races dopo il 2008, quando al loro esordio sull’isola ottennero uno splendido terzo posto in gara 1. Reeves nel 2013 ha già ottenuto la sua prima e finora unica vittoria al TT, quest’anno con il supporto tecnico del team Klaffi si candida fin d’ora a centrare il bersaglio grosso in sella al suo DMR motorizzato Honda CBR 600.

Tra le sorprese che potrebbero inserirsi nelle posizioni di vertice annoveriamo sicuramente Holden/Winkle già vincitori in passato e sempre velocissimi, l’agguerrito ed espertissimo Conrad Harrison (papà di Dean, sicuro protagonista in questo TT 2016) che porta all’esordio il nuovo telaio Bellas in coppia con il funambolico passeggero Dan “Delboy” Kilkenny e i giovani Alan Founds e Aki Aalto, passeggero finlandese alla sua prima esperienza sull’isola ma dalla grande esperienza in pista.
Lo scorso anno da rookie sull’isola, il più giovane dei fratelli Founds (il maggiore Chris correrà anch’egli sul Mountain) ha portato a casa uno splendido quinto posto in gara 1 tra la sorpresa generale: con un anno in più di esperienza sognare un podio non è certo un’utopia.

Come avrete capito, come ogni anno i sidecar daranno spettacolo puro sulle strade di Douglas e dintorni; non ci resta che attendere stasera per avere i primi riscontri dal cronometro!

Con le parole chiave , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.