Tourist Trophy – Hickman straccia il record del TT vincendo il Senior ad oltre 135 mph. Record tra i Sidecar per i Birchall

Il Tourist Trophy 2018 sarà ricordato come il TT dei record. Battuti i primati in tutte le categorie, con la ciliegina sulla torta che arriva oggi, venerdì 9 giugno, con il record dei record. 

Peter Hickman, nuovo detentore del record del TT (foto: Diego Mola)

Il Senior TT parte puntuale alle ore 12.45 locali, con l’Isola di Man nuovamente baciata dal sole (due settimane di bel tempo potrebbero essere classificate come un altro record!).

E’ il local man Conor Cummins a dare il via all’ultima gara di questo Tourist Trophy, con il numero 1 sul cupolino della Honda Padgett’s. Occhi puntati su Michael Dunlop, che potrebbe mettere a segno la seconda vittoria su Tyco BMW in questa edizione, ma il Team di Moneymore pare avere una sorta di maledizione sul Senior TT. Al rilevamento di Glen Helen è infatti Dean Harrison (Kawasaki Silicone Engineering) a comandare con 1 secondo sulla BMW Smiths Racing di Peter Hickman, con Michael al terzo posto davanti a Cummins, James Hillier e David Johnson. A Ballaugh il vantaggio di Deano si è portato a 4 secondi, con Michael scivolato in quarta piazza dietro a Conor Cummins.

Inizia già dal primo passaggio una serie importante di ritiri: Ivan Lintin è fermo a Ballacraine, James Hillier a Westwood, Dave Madsen-Mygdal a Lambfell e Davo Johnson parcheggia la bella Gulf BMW in pit lane, così come Shaun Anderson e James Cowton. Dalla nostra postazione dopo il Creg-ny-Baa appare subito chiaro che la gara non sarà facile nemmeno per Michael Dunlop: la S1000RR TAS si scuote moltissimo al veloce passaggio di the Bull, ad ogni giro.

Il newcomer Davey Todd (foto: LapConcepts)

Seconda tornata, Harrison pare saldamente in testa con 4.5 secondi su Hickman,  chiudendo con un 133.7 mph; TT nero invece per Honda Racing, con Lee Johnston che si ritira in pit lane. Eccezionale invece il newcomer Davey Todd: con la Suzuki Cookstown/BE, il 22enne inglese chiude due passaggi oltre le 128 mph di media; il primo, con partenza da fermo a 128.378 mph, lo consolida secondo esordiente più veloce nella storia del TT dopo il 129.1 di Peter Hickman. Una prestazione pazzesca per il giovane pupillo di John Burrows.

Dopo il primo pit stop con rifornimento e, per qualcuno, cambio della gomma posteriore, si torna sul Mountain Course con the Bradford Bullet che allunga a +8 su Hickman, mentre vengono esposte le bandiere gialle per olio nello spaventoso tratto di Barregarrow. Da qui in avanti, però, la situazione inizia a cambiare: l’imprendibile Dean Harrison vede invece rosicchiato il suo vantaggio dal trentunenne inglese di casa Smiths Racing. Ottime prestazioni intanto per i privati Sam West  e Phillip Crowe, nella top ten.

Al quarto giro il gap tra i primi due si è dimezzato e, attenzione, rallentando per fermarsi al secondo pit stop, Peter Hickman fa segnare il nuovo lap record del TT stracciando il precedente primato di Harrison, che risale alla gara Superbike di sabato scorso: 134.456 mph per Hicky!

Dean Harrison (foto: LapConcepts)

Con un rifornimento impeccabile, i meccanici del Team Silicone Engineering rimandano Harrison “in pista” con altri 6 secondi di vantaggio sulla S1000RR di Hickman, mentre troviamo Hutchinson fermo in pit lane, con un altro ritiro per Honda Racing. Un plauso comunque al miracle man, che, nonostante i risultati, è riuscito a partecipare a questo TT presentandosi addirittura in griglia con una stampella. Si ritirano inoltre gli irlandesi Derek Sheils e Derek McGee.

Quinto giro, al rilevamento di Ramsey Harrison comanda per 5 secondi su Hickman, mentre stabile al terzo posto troviamo il manxman Conor Cummins ad oltre 1 minuto (1 minuto!) di distacco, con Michael Dunlop ulteriormente attardato in quarta posizione. Al Bungalow il margine di Dean Harrison si riduce a 3.6 secondi, al Grandstand a 1.9 all’inizio degli ultimi 60,7 km. Di nuovo altri ritiri, purtroppo quelli proprio di West, Crowe (caduto a Whatergates, rider ok) e Dominic Herbertson (rider ok).

Stefano Bonetti a Rhencullen (foto: Diego Mola)

Sesto ed ultimo passaggio di questo incredibile Senior TT: nonostante Hickman venga leggermente rallentato da alcuni backmarkers, a Ramsey il gap è di soli 2 secondi, mentre al Bungalow è proprio Hickman a comandare per soli 0.8 decimi! La Kawasaki Silicone e la BMW Smiths Racing percorrono le ultime miglia che le separano dalla bandiera a scacchi della gara più prestigiosa del TT: Harrison taglia il traguardo, la tensione è alle stelle aspettando l’arrivo di Hicky…

Ed è Peter Hickman a vincere il Senior TT 2018 con la BMW Smiths Racing stabilendo anche un ulteriore lap record a 135.452 miglia orarie di media (16’42”778). Spaventoso! Il muro delle 135 mph è stato infranto, il TT 2018 entra nella storia e Peter Hickman, al suo quinto Tourist Trophy in carriera, trionfa nel Senior (oltre che nella Stock Race di lunedì) diventando anche il road racer più veloce al mondo, avendo strappato il primato all’Ulster GP!

Secondo posto per un fenomenale Dean Harrison, terzo il bravissimo mannese Conor Cummins su Honda Padgett’s (secondo podio in questo TT). Quarto è un visibilmente arrabbiato Michael Dunlop (Tyco BMW), quinto un ottimo Joshua Brookes (Norton), sesto Gary Johnson (Kawasaki RAF), poi Martin Jessopp (BMW Riders Motorcycles), Jamie Coward (BMW Penz13), nono il fenomenale newcomer Davey Todd (Suzuki Cookstown/BE, vincendo anche il TT Privateers Championship), decimo Brian McCormack (BMW Vanfleet).

Fantastica prestazione per il nostro Stefano Bonetti, che sulla BMW Speed Motor conquista la 17^ posizione, ma soprattutto il suo nuovo record personale a 127 mph di media (17’48”923)!

Risultati Senior TT 

I fratelli Ben e Tom Birchall (foto: Diego Mola)

La giornata era iniziata con un’altra stratosferica gara, la Sidecar Race 2, che ha consacrato ancora una volta i fratelli Birchall a moderni re del TT. Ben e Tom guidano i tre giri di gara dall’inizio alla fine, smorzando ogni speranza per gli inseguitori: il loro dominio su tre ruote è assoluto e i fratelli di Mansfield centrano la loro 8^ vittoria al TT, la quinta consecutiva, facendo segnare il nuovo record assoluto Sidecar all’Isola di Man a 119.250 mph al secondo passaggio, entrando nella storia con il primo giro Sidecar sotto i 19 minuti (18’59”018). Tom diventa anche il passeggero più vincente di sempre al TT eguagliando Dan Sayle (ritiratosi invece con il connazionale Dave Molyneux, ancora re indiscusso con 17 trionfi). Secondo posto per la coppia John Holden/Lee Cain, terzi Tim Reeves/Mark Wilkies.

Risultati Sidecar Race 2 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con le parole chiave , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

4 reazioni a Tourist Trophy – Hickman straccia il record del TT vincendo il Senior ad oltre 135 mph. Record tra i Sidecar per i Birchall

  1. Anonimo ha scritto:

    grazie per il resoconto dell intero TT ciao!

  2. Massimiliano ha scritto:

    Che gare fantastiche, Harrison ha perso 3 secondi per i backmarkers e la gara per due secondi quindi…
    Tra pochi anni il record di 222 Km/h di media sul giro di Barry Sheene a Spa nel 1977 sarà battuto,
    Mancava solo Michael Dunlop ma la moto non glielo ha permesso, comunque tre vittorie in una settimana vanno già bene !

  3. Renzo - Parma ha scritto:

    Ottimo report. Grazie per aggiornarci sempre in maniera cosi dettagliata e farci entusiasmare e vivere il TT anche, ahime, restando a casa.

  4. franco ha scritto:

    Seguendo il live timing ha impressionato l’ultimo giro del Bonny,una furia !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.