Ulster GP – Michael Dunlop il più veloce sulla pioggia, infortunio per Lee Johnston

E’ partita oggi, mercoledì 10 agosto, l’edizione 2016 della corsa su strada più veloce al mondo, l’Ulster Grand Prix.

ugp

Ulster GP, Deer’s Leap (foto: Chris Usal)

Fantastico tracciato di 7 miglia in Irlanda del Nord presso Belfast, l’UGP si conferma tappa importantissima nel calendario road racing attirando un gran numero di iscritti, big e appassionati. Come spesso accade, però, il maltempo la fa da padrona nella fredda Dundrod e oggi l’apertura della “world’s fastest road race” è stata segnata da pioggia, nebbia e freddo.

 

Si parte alle ore 11 locali con la chiusura delle strade tra i prati e i campi nordirlandesi, dal velocissimo Flying Kilo ai saliscendi di Deer’s Leap, dalla serie di curve di Ireland’s, Lougher’s e Joey’s Windmill all’infido tornante dedicato a Darran Lindsay. I primi a mettere le ruote oggi sul tracciato di Dundrod sono gli esordienti, tra i quali anche Dario Cecconi: dopo tante Nationals, finalmente per lui il grande salto verso l’Ulster GP, seppur iscritto solo nelle gare nazionali della Dundrod 150.

Dopo la sessione “untimed” si rende però necessario un intervento di pulizia per dell’olio sul tracciato: iniziano i ritardi. Le prime prove effettive cronometrate sono quelle della Ultralightweight/Lightweight, addirittura alle 13.30 locali. Nella classe delle cilindrate più piccole troviamo un altro pilota italiano, il bravissimo Lorenzo Tiveron, al suo secondo anno all’Ulster GP in sella alla sua Honda 125. Purtroppo per lui, però, un problema ai connettori elettrici lo ha costretto a fermarsi dopo soli 3 giri, riuscendo comunque ad ottenere la 12^ posizione provvisoria. Pole position invece per l’unica Moto3 presente, quella di Chris Elkin (Bob Wylie Racing), seguito da Derek McGee (Honda 125 Joey’s Bar) e dal newcomer Adam McLean (Honda 125 Roy Hanna Racing). Ottavo posto per l’esordiente di classe Gary Dunlop, figlio di Joey. Tra le Lightweight (250GP/400/450), invece, una sorpresa che si rivelerà amara proprio al termine della sessione: Lee Johnston fa il suo debutto in sella ad una Honda RS250, piazzando subito il miglior tempo con ben 5 secondi di distacco su Neil Kernohan (Honda 250 Logan Racing) e Olie Linsdell (Honda 250 Flitwick). Purtroppo, però, il “generale Lee” è vittima di una caduta al Lindsay Hairpin, procurandosi la frattura di una clavicola. Addio Ulster GP per Lee Johnston, “Man of the Meeting” e vincitore di ben 3 gare nel 2015. Davvero un grande peccato. Ma il Team East Coast Construction non rimarrà a guardare: una breve telefonata e Gary Johnson (vincitore del suo primo TT Supersport proprio con la squadra di Kingston Upon Hull) è già in partenza per Dundrod!

Seguono le qualifiche dedicate alle classi Dundrod 150 National/Challenge, mentre la pioggia cade sempre più insistente sul tracciato, rendendo necessaria una red flag a metà sessione. E’ Dean Campbell il più veloce (Kawasaki 600 DC Racing) davanti al bravissimo Adam McLean (Triumph 675 Rod Lee Racing) e David Jackson (BMW). Ottimo il nostro Dario Cecconi che su 84 partenti si piazza al 44° posto alla sua prima volta sul circuito dell’Ulster GP, in sella alla sua Suzuki GSX-R750. Più sfortunato invece nella successiva sessione della Dundrod 150 Superbike, mancando la qualificazione per la gara per 2 secondi (qualificati i primi 35). La pole va a Derek Sheils (Suzuki Cookstown/BE), poi Conor Cummins (Honda Racing) distaccato di mezzo secondo e Michael Dunlop (BMW Hawk Racing) a +1.6.

Mentre la pioggia sembra dare un po’ di tregua a piloti e pubblico, parte la classe Supertwin: è Derek McGee a portarsi in pole provvisoria (Kawasaki Er6 Cookstown/BE), seguito da Dan Cooper (Kawasaki Er6 Dan Cooper Racing) e Micko Sweeney (Kawasaki Er6 Kiely Heating).

Si prosegue con le qualifiche Ulster GP Supersport ed è Michael Dunlop con la sua Yamaha MD Racing a far segnare il miglior tempo, davanti a Bruce Anstey (attuale detentore del record dell’UGP in 133.977 mph di media fatto segnare nel 2010 su Suzuki Relentless; ora il neozelandese è presenza fissa su Padgett’s Honda); terzo posto per Derek McGee (Yamaha NJ Doyne). Seguono Dan Kneen, Dean Harrison, William Dunlop, Conor Cummins, Paul Jordan, Jamie Coward e Chris Elkin.

Questa prima giornata dell’Ulster GP si conclude con la sessione di prove della Superbike/Superstock: la classifica combinata vede di nuovo Michael Dunlop al top sulle S1000RR, seguito da un Derek Sheils davvero “in palla” (Suzuki Cookstown/BE) e Jamie Coward in sella alla Kawasaki Rc Express. Nessuna traccia oggi di Ian Hutchinson, probabilmente rimasto “al sicuro” a causa delle pessime condizioni meteo e del tracciato: ci sarà tempo domani mattina per qualificarsi in vista delle gare del pomeriggio e di sabato.

 

Risultati prove Ulster GP – Dundrod 150

Con le parole chiave , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Una reazione a Ulster GP – Michael Dunlop il più veloce sulla pioggia, infortunio per Lee Johnston

  1. Mr Ballymoney ha scritto:

    Forza Lorenzo,toccando ferro io ti do tra i primi 5 classificati. Chi accetta la scommessa?Grande anche Mick Dunlop come non tifare per lui? Poche parole e molti fatti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.