Intervista a Stefano Bonetti: BMW, Paton, Guzzi e tutte le novità del suo 2019

Se si parla di Italia al TT si pensa automaticamente a Stefano Bonetti: presente all’Isola di Man da quindici anni, primo italiano a scendere sotto al muro dei 18′ e pilota tricolore più veloce di sempre al Tourist Trophy (127 mph di media nel 2018, pari a 17’48”923). 

Frasi al vetriolo tra Irwin e Seeley: ecco tutte le novità della North West 200

La sfida per la 90^ edizione della North West 200 è già iniziata: due tra i potenziali protagonisti, i local men Alastair Seeley e Glenn Irwin, non si stanno certo risparmiando, rilasciando dichiarazioni alquanto piccanti l’uno contro l’altro. 

Mercato piloti, ecco tutte le novità della stagione road racing 2019

Parlare di “mercato piloti” nelle corse su strada suona sempre un po’ strano, ma movimenti e “cambi casacca” non mancano di certo. 

Il ritorno di Michael Dunlop: sarà ancora con Tyco BMW

Per lungo tempo non si è fatto altro che parlare di lui, del suo silenzio, del suo possibile ritiro,  della sua brillante carriera interrotta dalla tragica morte del fratello William. Già qualche mese fa un suo “collega” ci aveva rivelato che sarebbe tornato e di nuovo con il Team Tyco, ma, quando si tratta di Michael Dunlop, nulla è mai certo fino all’ultimo. 

Ulster GP, appuntamento questa settimana. Tornerà ad essere la road race più veloce al mondo?

Scordatevi la spettacolarità delle attrazioni dell’Isola di Man o le grandi feste della North West 200. Immaginatevi solo una stretta lingua d’asfalto di 12 km in cui si toccano punte di 320 km/h, un paddock d’altri tempi, un circuito elettrizzante, velocità da brivido, solo campi e boschi nei dintorni. Questo è l’Ulster GP: motociclismo allo stato puro, strada, moto, tende, fango e freddo. O almeno per la maggior parte delle volte. 

Dominio di Micko Sweeney in una desolata Skerries 100

La Skerries 100 2018 non sarà certo ricordata per lo spettacolo offerto dai piloti. Quelli rimasti, ai quali va un plauso per aver supportato il Motoclub e portato avanti l’evento per gli spettatori come tributo a William Dunlop. Ma il massimo rispetto va anche a quei piloti che hanno deciso di non correre. Ognuno con i propri motivi, ogni scelta assolutamente rispettabile.