TT 2017, svelati i numeri della Supersport

Gli organizzatori del Tourist Trophy hanno rivelato oggi i primi 20 numeri assegnati per le due Monster Energy Supersport TT Races

_BOB3280

Ian Hutchinson, strepitose doppiette per lui in Supersport nel 2015 e 2016 sulla R6 Traction Control (foto: Bob Derrick)

Dopo l’assegnazione dei più attesi numeri per le classi 1000cc, è ora il momento delle 600, con un numero di iscrizioni che quest’anno ha superato le altre categorie per le due gare da 4 giri ciascuna previste sul Mountain Course.

A sorpresa, sarà il giovane nordirlandese Lee Johnston a scattare con il numero 1 sul cupolino della sua Honda Jackson Racing, per la prima volta in carriera a guidare il serpentone di piloti da Glencrutchery Road.

Dieci secondi dopo “il generale Lee” scatterà il neozelandese Bruce Anstey (Honda Padgett’s) che vinse la categoria 600 nel 2011 e 2012; alle sue spalle James Hillier (Kawasaki JG Speedfit), con lo stesso numero di partenza delle big bikes proprio come il “Kiwi”. Numero 4 per l’uomo da battere tra le Supersport, Ian Hutchinson, sulla Yamaha Traction Control del Team di Keith Flint (cantante dei Prodigy), squadra che ha messo a disposizione di “Hutchy” un pacchetto fenomenale che gli ha permesso di ottenere le doppiette in Supersport al TT sia nel 2015 che nel 2016, raggiungendo le 7 vittorie all’Isola di Man nella categoria (su 14 totali).

Dietro al “Bingley Bullet” scatterà John McGuinness su Honda Jackson Racing, stretto nella “morsa infernale” dei due contendenti alla vittoria: dopo “McPint”, infatti, sarà il turno di Michael Dunlop (Yamaha MD Racing), che vinse l’ultima volta la Supersport TT nel 2014 ma rimane tuttora detentore del lap record fatto segnare nel 2013 in 128.666 mph di media.

Numero 7 per il manxman Conor Cummins (Honda Padgett’s), numero 8 per Gary Johnson (sulla Triumph ex Lee Johnston del suo team privato), già vincitore di categoria nel 2011 e 2014. Nono posto per Dean Harrison su Kawasaki Silicone Engineering e decimo per Peter Hickman sulla Triumph Smiths Racing che vinse proprio con “Gaz” tre anni fa.

Punto di domanda importante sul numero 11, assegnato a Michael Rutter che avrebbe dovuto correre con una Yamaha messa a disposizione dall’ex pilota e amico Stephen Thompson, che ha però da poco comunicato l’impossibilità di fornire una R6 a Rutter. Stessa situazione per il numero 12, David Johnson, che oltre alla bella Norton per la Superbike dovrebbe ancora comunicare la sua sella per le Supersport Races. Numero 13 e balzo in avanti sostanzioso per il bravissimo Jamie Coward (Honda Radcliffe), seguito dal mannese Dan Kneen (team e moto da annunciare) e da William Dunlop sull’unica moto effettivamente per lui confermata in questo TT 2017, la R6 Caffrey International (dopo che l’accordo con Halsall per le 1000cc pare essere in forte dubbio).

Numero 16 per l’australiano Joshua Brookes, che sta ancora definendo il contratto con un Team per la Supersport, poi Steve Mercer al sicuro sulla Kawasaki RC Express, Martin Jessopp sulla Triumph del Team del padre Riders Motorcycles, James Cowton su Kawasaki McAdoo ed infine Dan Cooper a chiudere la top 20.

Le Gare Monster Energy Supersport TT si svolgeranno lunedì 5 e mercoledì 7 giugno.

Con le parole chiave , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Una reazione a TT 2017, svelati i numeri della Supersport

  1. Gabriele Pezzotta ha scritto:

    Buona fortuna a questi grandi piloti e a tutti gli altri, grandi a loro volta, che prenderanno parte alla gara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.