Skerries 100, Imatra ed Europeo Salita: gli appuntamenti di questo weekend

Un fine settimana denso di appuntamenti road racing quello di sabato 7 e domenica 8 luglio: dall’Irlanda alla Finlandia, passando per la Svizzera, diverse centinaia di piloti saranno impegnati in tre affascinanti corse su strada. 

SKERRIES 100

La presentazione della Skerries 100 con i piloti Darren Cooper, Derek Sheils, Michael Sweeney e Andy Farrell (foto: Jayo Fleming)

Dopo North West, TT e la nuova road race di Enniskillen, nella verde Irlanda si prosegue con le piccole National Road Races. La tappa da segnare sul calendario per questo weekend è quella della favolosa Skerries 100, corsa su strada stretta e veloce presso l’omonima cittadina a pochi chilometri sopra Dublino. Un contesto mozzafiato, tra le verdi colline ed il Mare d’Irlanda, in una terra che ha dato i natali al grande Martin Finnegan (di Lusk, vicinissimo a Skerries). Proprio al grande “Flying Finn” sarà dedicata quest’anno una delle gare Open, che si distinguerà per il premio gara per il vincitore più cospicuo di tutte le National irlandesi: ben 5.000€ (12.000€ in totale stanziati per questa Martin Finnegan Memorial Superbike Race).

Sullo stradale di 2.9 miglia si sfideranno gli habituè delle National quali Derek Sheils, Derek McGee, il local man Micko Sweeney, ma anche lo strepitoso newcomer al TT 2018 Davey Todd, che esordì nelle corse su strada proprio a Skerries lo scorso anno, dimostrando subito il suo immenso talento. Dopo l’assenza nel 2017, tornano quest’anno anche i fratelli Dunlop: Michael, detentore del record del tracciato (111.582 mph di media, fatto segnare nel 2016) e con 8 vittorie in carriera, sarà presente per le gare 1000cc e 600cc; William (che vanta ben 15 vittorie a Skerries), dopo il ritiro dal Tourist Trophy, torna in sella alle Yamaha Temple Golf Racing e lo farà con un nuovo compagno di squadra, ovvero il nordirlandese Paul Jordan.  Grande attesa anche per il giovanissimo neozelandese Daniel Mettam, da poco ingaggiato dal Team Wilson Craig.

Altra grande novità sarà lo svolgimento del meeting sabato e domenica, anziché venerdì e sabato. Tutto pronto quindi per la 72^ Skerries 100, organizzata dal Loughshinny Motorcycle Club e corsa sin dal 1946. Un luogo che fu un tempo terreno di grandi bagarre con piloti del calibro di Joey Dunlop (tuttora il più vittorioso a Skerries con 17 trionfi a pari merito con Ray McCullough) e, appunto, Martin Finnegan, vero e proprio idolo locale; ad entrambi sono state dedicate curve sul tracciato. Un pensiero va poi all’indimenticabile “Doctor” John Hinds, che perse la vita, in servizio, proprio qui a Skerries nel 2015.

 

 

IMATRA 

Grande attesa anche per il terzo round dell’International Road Racing Championship, che questo fine settimana farà tappa nella mitica Imatra, in Finlandia. Alzi la mano chi non ricorda le imprese in terra suomi di Giacomo Agostini (detentore del maggior numero di imatra1vittorie, 17), Marco Lucchinelli, Phil Read, Jarno Saarinen, Joey Dunlop, Barry Sheene (famosissima è la foto di Sheene al passaggio sulle rotaie).

Un tracciato di 4,9 km sul confine con la Russia, poco fuori dalla omonima cittadina di Imatra sulle rive del fiume Vuoski; un tracciato tra i più affascinanti e famigerati nella storia del motorsport, che ospitò il Motomondiale dal 1964 al 1982, anno in cui il “big circus” disse basta dopo la morte del sidecarista scozzese Jock Taylor contro ad un palo del telefono.

Imatra però andò avanti, anche senza i GP, ospitando gare minori. Ma proprio durante l’Europeo Velocità del 1986, la tragedia: il tedesco Detlef Vogt perse il controllo della sua Honda all’incrocio prima del passaggio a livello, la moto proseguì la sua corsa solitaria senza pilota dritta verso il pubblico, contro una famiglia, uccidendo un bambino di 7 anni. Fine. Imatra venne abbandonata. Il suo fascino, le sue leggende, le bellissime ragazze finlandesi, le lunghe notti d’estate, tutto finito, immobile, ad aspettare un ritorno. Un’attesa durata quasi 30 anni.

Ma nel 2016, grazie all’International Road Racing Championship, campionato di corse su strada “continentali” tra Olanda, Belgio, Rep. Ceca e Germania, Imatra è tornata. Il tracciato è sostanzialmente lo stesso usato dal 1979, con opportune sistemazioni quali una riasfaltatura e l’introduzione di due varianti volte a rallentare parecchio la velocità media. Nell’anno del “ritorno” l’Italia era stata rappresentata in gara da Marco Pagani, mentre il 2017 fu la volta di Alex Polita che, con i compagni di squadra Michael Rutter e Dan Kneen nel Team Penz13.com, monopolizzò letteralmente il podio delle gare 1000cc.

Quest’anno la squadra tedesca di Rico Penzkofer schiera ben 5 moto a Imatra, con gli inglesi Danny Webb (attuale leader del campionato), Jamie Coward e Martin Jessopp, il canadese Dan Kruger ed il ceco Marek Cerveny. Il quintetto dovrà vedersela con l’esperto Didier Grams, il giovane Joey Den Besten ed il plotone di habitué dell’IRRC.

PROMO IMATRA 2018 (da vedere, con fantastiche immagini della guida spettacolare di Dan Kneen)

 

BOECOURT – LA CAQUERELLE

Dopo il caldissimo round di Isola del Liri, l’Europeo Salita si sposta già questo fine settimana in Svizzera, per il quinto appuntamento stagionale. Una corsa in salita organizzata dal Moto Racing Team Boécourt da circa trent’anni, valevole solitamente per il Campionato Svizzero e Francese della Montagna e questa volta anche come tappa dell’Europeo.

I 3 km di tracciato collegano Boécourt alla località La Caquerelle, nel nord della Svizzera, non lontano da Basilea e dal confine francese. Un grosso in bocca al lupo al gruppo di piloti italiani partecipanti, che si stanno distinguendo in modo egregio in questa stagione di Europeo Salita.

 

Appuntamento con i report delle tre road races su www.roadracingcore.com !

Con le parole chiave , , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.