North West 200 – Il programma e come seguirla in streaming

Ci siamo. E’ arrivato il momento di alzare il sipario sulla prima International Road Race della stagione, l’attesissima North West 200, che scatterà da domani, martedì 15 maggio, nel favoloso contesto della costa settentrionale dell’Ulster. 

Michael Dunlop poco prima di Black Hill alla North West 2017 (foto: Marta Covioli)

In questi giorni, Team e piloti sono stati accolti da un meteo glorioso all’arrivo nel paddock, giusto in tempo per allestire gazebo e hospitality, con lo sfondo dei verdi prati del campo da golf di Portstewart e le scogliere che si gettano nel Mare del Nord. E’ passato un anno da quando, proprio in quel campo da golf finì la sua rocambolesca caduta il povero John McGuinness, attualmente ancora fuori dai giochi a causa dell’infortunio rimediato alla gamba destra; sono passati esattamente due anni, invece, da quel terribile giorno che ha spezzato la vita al giovane talento Malachi Mitchell-Thomas. E sono passati ben dieci anni da quella che da più parti viene ricordata come una delle più grandi imprese motociclistiche in campo road races: nel maggio 2008, a due giorni dalla morte del padre Robert a Mather’s Cross, il diciottenne Michael Dunlop vinceva la gara delle 250cc, la sua prima vittoria in una International Road Race. Da brividi.

Quella che si prospetta invece quest’anno è una North West dal copione sostanzialmente simile a quello dello scorso anno, con l’accesa rivalità tra i due piloti di Carrickfergus, entrambi provenienti dal BSB ma assolutamente a proprio agio su questo stradale “di casa” (la North West viene spesso considerata la “meno road race” del calendario, molto più simile ad una pista): è fresca nella memoria degli appassionati la battaglia all’ultima curva nella main race Superbike lo scorso anno, senza esclusione di colpi, tra Alastair Seeley e Glenn Irwin: ne uscì vincitore il giovane pilota Ducati PBM, solamente alla sua seconda North West 200 e acclamatissimo da un pubblico stranamente in delirio; nulla ha potuto “the wee Wizard”, il detentore del maggior numero di vittorie al “Triangle” con 21 trionfi in carriera, che quest’anno sarà nuovamente in sella alla S1000RR Tyco by TAS per le gare 1000cc e alla Yamaha EHA Supersport.

Ma l’attenzione sarà altissima anche sugli altri piloti di casa Tyco BMW, ovvero il manxman Dan Kneen e il “neo-acquisto” Michael Dunlop (presente anche con la sua Honda CBR600RR MD Racing dalla particolare livrea grigia). Occhi puntati anche sulla coppia Honda Racing Ian Hutchinson e Lee Johnston, su William Dunlop (Yamaha Temple Golf e Caffrey), Peter Hickman (Smiths BMW, appena rientrato dal round Endurance allo Slovakiaring), Michael Rutter (BMW Bathams), Martin Jessopp (BMW Riders Motorcycles), Dean Harrison (Kawasaki Silicone Engineering), James Hillier (Kawasaki Quattro Plant JG Speedfit), Davo Johnson (sulla bellissima Gulf BMW). Ci saranno poi Gary Johnson, Dan Cooper, Sam West, Maria Costello, Micko Sweeney, il nostro Stefano Bonetti che torna dopo tre anni di assenza, la coppia McAdoo Kawasaki formata da Adam McLean e James Cowton, il veterano Jeremy McWilliams sulla Lightweight KMR…

Piccola sorpresa in serbo, inoltre, in casa Padgett’s: oltre al confermato Conor Cummins (per le classi 1000 e 600), il buon Clive annuncia la presenza di altri due piloti, che, ci scommettiamo, saranno Ian Hutchinson e Lee Johnston (ricordiamo infatti che Honda Racing schiera le CBR solo per le classi Superbike).

Tra i newcomer ci saranno il nostro amico Daniele Giorgini, l’inglese di casa Burrows Davey Todd, il connazionale Mike Norbury e la fortissima signorina Nadieh Schoots (con la quale pubblicheremo un’intervista più tardi).

Da segnalare l’assenza, oltre di John McGuinness e di Bruce Anstey, anche di Horst Saiger (che ha subito una frattura ad una mano), Ivan Lintin (il Team RC Express ha preferito concentrare gli sforzi sul TT, lasciando libero un quasi sicuro gradino del podio nella classe Lightweight), Jamie Coward e Derek Sheils (impegnati alla 300 Curves di Horice con il Team Penz13.com).

Presente invece una Lightweight tutta italiana, quella costruita da Francesco Faraldo e guidata per la prima volta alla North West 200 dal pilota inglese Rikki McGovern.

Il “Triangle” nordirlandese è un tracciato di 8.9 miglia che ha inizio lungo la bellissima zona costiera tra le cittadine di Portrush e Portstewart; i piloti scattano in massa verso lo scollinamento di Primrose Hill e la brusca staccata a sinistra di York Corner; si passa la rotonda di Millroad e poi full gas lungo il rettilineo da oltre 200 mph che porta alla curva a sinistra di University Corner; da qui si arriva alla grande rotonda Ballysally (detta anche “magic roundabout” o “rotonda di Road Racing Ireland”, sponsor della North West da 7 anni). Siamo ora a Coleraine, punto più basso del “triangolo”; da qui si sale verso le recenti chicane di Mather’s Cross e Magheraboy (la prima introdotta nel 2010 dopo gli incidenti di Mervyn Robinson, Robert Dunlop e Mark Young, ma oggetto di molte polemiche anche da parte dei piloti). Si arriva quindi a Portrush, con la curva a gomito a sinistra di  Metropole, poi Church Corner a destra passando sotto al ponte della ferrovia a Dhu Varren e sfrecciando lungo il punto assolutamente “da pelo” che è Black Hill; poi un su e giù tra Juniper Hill e Quarry Hill fino a tagliare il traguardo nuovamente di fronte al mare.

Programma North West 200 2018 (orari chiusura strade locali, -1 rispetto all’Italia)

Martedì 15/05  9.15 – 15.00 PROVE

Giovedì 17/05  9.15 – 15.00  PROVE

17.00 – 21.00  GARE (Supersport, Superstock, Supertwin)

Sabato 19/05  9.15 – 19.00  GARE (Supersport, Superbike, Supertwin, Superstock, Superbike)

 

Come seguire prove e gare da casa? Semplice, in streaming sul sito web BBC Northern Ireland.

Aggiornamenti sulla nostra pagina Facebook e resoconti di prove e gare qui su RoadRacingCore, con i bellissimi scatti dei nostri fotografi Chris Usal, Diego Mola e Aidy Craig!

Con le parole chiave , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.